Simulink Design Verifier

 

Simulink Design Verifier

Identificare errori di progettazione, dimostrare conformità ai requisiti e generare test

Inizia ora:

Rilevazione degli errori di design

Scopri gli errori di design presenti nel tuo modello prima della simulazione, compresi gli errori di runtime, gli errori diagnostici e logica morta.

Errori diagnostici e di runtime

Prima di procedere con le simulazioni, puoi rilevare gli errori runtime e di modellazione, inclusi l’integer overflow, la divisione per zero, gli array fuori limite, i valori subnormali e gli errori di virgola mobile e di validità dei dati. 

Logica morta

Trova gli oggetti nel tuo modello che non possono essere attivati durante la simulazione e l’esecuzione del codice generato.

Visualizzazione di dead logic nei modelli.

Generazione di test case

Genera test case per la simulazione dinamica per soddisfare gli obiettivi di copertura funzionale e strutturale.

Vettori di test per analizzare la copertura mancante

Aumenta ed amplia i test case esistenti creati manualmente per gestire la copertura incompleta dei modelli.

Test case basati sui requisiti

Genera test case da modelli di requisiti di sistema.

Test case per il codice C/C++

Genera test case per aumentare la copertura del codice generato e del codice C/C++ chiamato dai blocchi Simulink® e nei grafici Stateflow®.

Generazione di test per i modelli che chiamano il codice C.

Verifica formale dei requisiti

Verifica i requisiti formali espressi utilizzando MATLAB, Simulink e Stateflow.

Requisiti di safety

Verifica che il tuo progetto si comporti in base ai requisiti di safety definiti formalmente, espressi usando MATLAB®, Simulink e Stateflow.

Semplificazione delle varianti nei modelli

Usa Variant Reducer per generare un modello ridotto per un sottogruppo di configurazioni valide.

Semplificazione dei modelli per la distribuzione

Dopo aver convalidato completamente il modello delle varianti master, usa Variant Reducer per generare un modello ridotto per un sottogruppo di configurazioni valide. Verranno ugualmente ridotti tutti i file correlati e le dipendenze variabili. Gli artefatti ridotti vengono inseriti in pacchetti in una cartella separata per consentirne una facile distribuzione e condivisione con clienti e partner.

Creazione di un modello ridotto.